AC Milan

Il Diavolo è tornato, che RIMONTELLA : un bel 2-2 a Torino dall’amico Mihajlovic.

Il primo tempo rossonero è da incubo : due gol segnati da Benassi e Belotti condanno i Rossoneri prima di una parata di Gigio Donnarumma su rigore ( Llajic manca completamente il tiro) prima della grande prestazione rossonera con Bertolacci e Bacca. Espulso Romagnoli dopo una prestazione negativa. Locatelli era diffidato, saltera la mega sfida Champions League con il Napoli.

Sfida nella sfida : Dopo la bella vittoria in rimonta giovedi in coppa Italia con il Torino ( vinta 2-1 con gol di Jack e Kucka), questa sfida era l’opportunita perfetta per Mihajlovic di vendicasi dalla sua ex squadra e dal suo amico Montella. Dobbiamo comunque sottolineare che comè tifoso rossonero, abbiamo il massimo rispetto per Sinisa che aldila di amare la sua personalità o meno, è sempre stato una persona con tanta professionalità, che ha gettato le base per la ricostruzione rossonera, lanciado Donnarumma, lavorando tanto sulla mentalita dei Rossoneri e se oggi siamo tornato ad essere competitivi e anche merito suoi.

 

Detto questo, Milan e Torino si giocavano una gara per l’Europa : per i Rossoneri, erano l’occasione di agganciare Lazio e Napoli prima della maxi sfida sabato prossimo, per il Torino era il momento per continuare il sogno Europeo dopo la sconfitta dell’Atalanta. Il Toro ha una grande media punti in casa ( soltanto una sconfitta, nel derby con la Juve). Il Milan aveva fatto soltanto 4 punti nelle ultime tre uscite ( vittoria con il Cagliari, un 0-0 con l’Atalanta e una sconfitta a Roma dovè il rigore sbagliato di Niang brucia ancora).

 

Mihajlovic cambia poco o nulla rispetto alla sfida di giovedi. Si presenta sempre con il suo caro 4-3-3 con il ritorno di Iago Falque nel tridente con Belotti e Llajic. Montella fa scelte abbastanza strane. L’infortunio di De Sciglio e Antonelli costringe il tecnico ad schierare Calabria dal primo minuto ma a centrocampo decide di inserire Pasalic al posto di Kucka e di rischiare Locatelli che saltera Napoli. In avanti , ritorno di Bacca con i stakanovisti ai lati, Bonaventura a sinistra e Suso a destra. La gara comincia e il Milan tiene il pallino del gioco. La logica del Torino e di Miha è di lasciare campo ai Rossoneri e di giocare in contropiede. Una mossa azzecata perche il Milan nella prima mezzora è poca roba e non c’è grande pericolo davanti ad Hart. Il problema del Milan non è un approdio sbagliato comuè i media hanno detto ma i meriti vanno al Torino. La squadra è molto corta, il pressing sempre alto, Locatelli non ha margine di movimento per creare giocate e Suso e Bonaventura sono sotto tono. Al minuto 20’, il Toro approfita di una ripartenza ( il Milan ha giocato molto alto stasera, piu del 60% del possesso palla) dovè un tiro sbagliato di Llajic dà l’opportunita a Belotti di calciare e di insaccare Gigio Donnarumma. Torino 1 Milan 0. Il peggio deve ancora arrivare, perche qualche minuti dopo, stessa situazione. Ripartenza Toro e colpi di flipper, questa volta è Benassi a fare il 2-0. Serata da incubo senza dubbio. Pero la serata poteva andare molto peggio. Al minuto 30, ancora una ripartenza Toro dopo una legerezza al centrocampo manda un duello tra Belotti e Abate, il secondo migliore goleador della Serie A cade e per l’arbitro non c’è dubbio, è rigore. A questo punto, tanti rossoneri si dicano « dai che spengo la tivù che è meglio ». Pero, era senza dimenticare che in porta c’è un signore Gigio Donnarumma. Il stesso portiere che ha ipnotizzato qualche settimana fà un certo Dybala nella finale di SuperCoppa ad Doha ( che ha consegnato la Coppa ai Rossoneri), il stesso che aveva salvato il Milan nella prima giornata di Serie A proprio con il Torino ( vittoria 3-2, parata su Belotti al 95’ con tripletta di Carlos Bacca). Proprio questa volta, Belotti non se la sente di tirare e lo lascia a Llajic. Llajic si lancia… Parata di Gigioooo ! Ancora lui, l’extraterrestre ! Gigio para il terzo rigore stagionale. Curiosita, il Milan è la sola squadra di Serie A che non ha subito una rete dal dischetto.
Dopo questo nuovo exploit del 99 Rossonero, il Milan tenta una timida reazione, prima con un sinistro al bacio di Suso ma la risposta di Hart è da campione. Poi, dopo una azione costruita bene a centrocampo ma Bertolacci da posizione raviccinata calcia troppo debolmente su Hart. L’arbitro manda tutti nei spogliatoi, Torino 2 Milan 0. La sorpresa è totale anche se il Milan era in situazione di svantaggio 4 giorni prima.

 

Secondo tempo, che reazione ! : Il Milan aveva mostrato segni di risveglio nel finale di primo tempo e il secondo tempo è stato la confermazione di questo. Il Torino scende in intensita e il Milan sale in velocita. Al minuto 60 dopo un azione costruita bene, un cross di Abate nell’aria dà la posibbilita di un primo tap-in per Bertolacci dovè Hart fa un mezzo miracolo ma la seconda opportunità non dà dubbi. Gol del Milan, Bertolacci rilancia la gara. Toro 2 Milan 1. Bertolacci sigla il suo primo gol stagionale, il secondo da quando è Rossonero. Al Genoa, aveva fatto 8 gol. I Rossoneri continuano a spingere e Mihajlovic è una furia in panchina perche il suo Toro non gioca piu. C’è soltanto il Milan sul campo et 5 minuti dopo, i Rossoneri colpiscano ancora. Calcio d’angolo per i Rossoneri, Palleta viene travolto dal difensore torinese, rigore per il Milan ! Sentiamo già i tifosi rossoneri dire » non l’ho date a Niang sopratutto ( che ha mancato 2 su 2) ». Ovviamente, il specialista dei rigori nel Milan è il bomber della squadra, Carlos Bacca. Il colombiano si lancia e… Gooooll ! Toro 2 Milan 2 ! Ottavo gol del Rossonero questa stagione. Che rimonta perche il Toro aveva avuto l’occasione del 3-0 e il Milan con la forza di sé ha riuscito ad rilanciarsi quando tutto sembrava perso. Dopo il pareggio, il Toro cercava il terzo gol, comunque è strano di vederli spenti per quasi 30 minuti senza reazione, Mihajlovic ha parlato di un problema di personalita. La strategia del Milan a questo punto era di giocare in contropiede sfruttando i spazi. Comunque, al minuto 80, Montella fa la scelta di richiamare Jackinho sulla panchina e di inserire Niang. La scelta del francese era abbastanza buona pero fare uscire uno comè Bonnaventura era un azzardo anche se il playmaker era stanco. Niang è stata veramente assente e la delusione è grande perche il momento negativo del francese continua. Aldila di avere perso il suo posto da titolare (per Bertolacci !), il francese non reagisce nemmeno quando ha l’opportunita di spaccare la gara. Vogliamo ritrovare il Niang che da solo ha vinto con il Chievo, che entrando della panchina, contro il Sassuolo ha ribaltato il risultato dal 1-3 al 4-3 finale, vogliamo questo giocatore che ci ha fatto tanto bene comè a Napoli per un altra rimonta quasi compiuta, oggi, sembra che qualcosa si è rotto, i mezzi tecnici sono li ma manca questa personalita che manca anche ad El Sharaawy per fare un altro esempio di un giocatore incompiuto. Pero, Niang è un ragazzo che deve essere difeso perche è un patrimonio del Milan al stesso livello di Suso. I corteggiamenti continuii dall’Arsenal dimostrano che il ragazzo è bravo e venderlo per fare casse sarebbe un grave errore al mio avviso. Torniamo alla gara, il Milan finisce in difficoltà, Romagnoli venga espulso per il secondo giallo ( pero Obi che fa 6 falli su Locatelli è tutto normale) e saltera il Napoli. Comunque, il Romagnoli di questa sera è poca roba è il Milan ha una valida altenativa nel nome di Gustavo Gomez. Il Milan difende il 2-2 e all’ultimo respiro cerca un contropiede che poteva andare in porta pero Niang non segue l’azione (scandaloso in questo momento), Vangioni fa la sua entrata al posto di un Calabria stanchissimo ( io stravedo per Davide e sarà un grande rinforzo in questa seconda parte di stagione). Nel finale il Toro cerca il colpaccio ma il Milan resiste è puo festeggiare perche questo punto mostra che il Diavolo non si arrende mai dopo i primi 30 minuti da horror.

 

 

 

Laisser un commentaire

%d blogueurs aiment cette page :